fbpx
Menu Chiudi

Radetzky – Milano 1848

Tipologia:

29,90 24,90

Collaborate tutti insieme per salvare Milano durante le 5 Giornate!

Numero giocatori: 1-5
Durata: 45-90 minuti
Età: 8+ anni
Lingue disponibili: Inglese, Italiano, Tedesco

3 disponibili

COD: DEPS001 Temi: , , , ,

Il Gioco

Radetzky – Milano 1848 è un gioco collaborativo per 1-5 giocatori, sviluppato internamente da Demoelâ e Post Scriptum sulla scia di quanto già fatto con Zena 1814. In quel caso il gioco era dedicato agli otto mesi di indipendenza di Genova fra il 1814 e il 1815, mentre stavolta l’ambientazione sono le 5 giornate di Milano, fra il 18 e il 22 marzo 1848.

Scopo del gioco è conquistare almeno 5 zone della città prima che gli Austriaci facciano altrettanto.
Nel proprio turno, ogni giocatore ha a disposizione 3 punti azione da spendere per muoversi, conquistare una zona se ci sono i presupposti, pescare carte, utilizzare o potenziare tasselli Aiuto e, soprattutto, combattere.
Al termine dei turni di tutti i giocatori, tocca all’Austria, che dispone sulla plancia le sue nuove armate, composte da semplici Soldati e dal Maresciallo Radetzky. Il combattimento ha regole facilissime: per sconfiggere un Soldato Austriaco, il giocatore di turno deve semplicemente giocare la carta che riporta il simbolo appropriato (i simboli sono stati scelti apposta per ricordare Carta, Forbice e Sasso), ma dopo ogni giocata deve decidere se proseguire per eliminare più Soldati o fermarsi per non rischiare la sconfitta. Inoltre, se più giocatori si trovano nella stessa zona, combattono insieme.
Questo set di regole dà vita a dinamiche di gioco sempre varie e sorprendenti, che rendono la partita incerta fino all’ultimo e permettono giocate eroiche in cui gli Italiani possono rovesciare una situazione sfavorevole e vincere la partita. Il gioco include sia un regolamento semplice, adatto anche ai bambini, sia quello avanzato che metterà alla prova anche i giocatori più esperti.

banner radetzky

Video recensione

Credits

Artista

Illustrazioni: Simone Murgia
Artwork: Sara Gioria – Post Scriptum

Editore

Demoela / Post Scriptum